5 motivi per vendere su Amazon

5 motivi per vendere su Amazon

Per gli acquirenti, Amazon è sinonimo di affidabilità, efficienza, semplicità e velocità. Infatti in Italia gli acquirenti Amazon stanno crescendo a ritmi vertiginosi. Provate a chiedere in giro. Comprano su Amazon anche le persone più improbabili.

Non si può dire lo stesso dei commercianti che decidono di affidarsi alla vendita online. E infatti, nonostante l’eCommerce in Italia abbia avuto nel 2015 una crescita del 19% secondo il report elaborato da Casaleggio Associati, in realtà le imprese italiane con vendita online risultano essere appena 40mila (su un totale di 800mila in Europa). Insomma: le imprese italiane fanno fatica a digitalizzarsi, per questo muoversi subito, adesso, potrebbe rivelarsi una grande mossa a livello strategico, soprattutto se si decide di sfruttare la piattaforma che infonde più fiducia negli acquirenti italiani, tradizionalmente più timorosi e sospettosi rispetto ai colleghi europei.

Ecco i 5 motivi per cui un imprenditore Italiano dovrebbe seriamente valutare la vendita su Amazon. Si tratta di 5 vantaggi oggettivi.

  1. Amazon è ormai il motore di ricerca di chi acquista. In cerca di un’informazione? Vai su Google. In cerca di un prodotto? Vai su Amazon.Questa la logica che già segue il 30% degli acquirenti online americani e che, sempre più velocemente, sta per invadere anche il Bel Paese. “Amazon è la prima tappa del viaggio di shopping per un numero sempre maggiore di acquirenti. Negli ultimi anni, sembra aver preso una significativa quota di mercato da motori di ricerca come Google”. Così si legge in un recente studio Forrester. Per milioni di acquirenti online, Amazon è in assoluto la prima scelta. Solo se il prodotto che cercano non è disponibile su quella che ormai è diventata la piattaforma di e-commerce per eccellenza, gli acquirenti, delusi, si spostano verso altri lidi. Amazon vince sempre, e non è solo una questione di prezzo dato che, secondo gli ultimi dati emersi, viene preferito anche in caso di prezzo leggermente più alto rispetto ad altri siti di ecommerce.
  2. 54 milioni di iscritti ad Amazon Prime. 54 milioni di persone che fanno acquisti quasi esclusivamente su Amazon e che hanno addirittura deciso di “investire” dei soldi – la quota annuale per l’iscrizione a Prime – nella loro scelta. 54 milioni di persone che non si rivolgeranno a Google per le loro ricerche e per le quali tutto il lavoro in SEO e Adwords compiuti da altri siti per piazzarsi ai vertici dei risultati di ricerca saranno vani.
  3. Le nicchie di acquirenti. Amazon non sarà mai l’unico canale di vendita di un’azienda di successo, né il luogo dove costruire il proprio brand. Ma, nonostante ciò ha il potere di parlare a nicchie di acquirenti, altrimenti difficili da raggiungere.
  4. L’internazionalizzazione. Operatori come Amazon e Alibaba facilitano l’accesso ai mercati esteri e rappresentano una grossa opportunità per chi vuole esportare senza dover prima aprire una sede all’estero. Contemporaneamente però accendono la competizione internazionale sui prezzi, erodendo sempre più quote di mercato ai produttori e ai retailer locali. Quindi non sfruttare questa opportunità può rivelarsi un grave errore di valutazione.
  5. Amazon ha semplificato l’ecommerce. Un ultimo aspetto riguarda gli aspetti logistici. Amazon ha semplificato l’ecommerce. Con servizi come FBA è tutto molto più semplice da gestire.

Vuoi conoscere meglio il nostro metodo?

DOMINA TUOI I CONCORRENTI

La guida gratuita per aggiudicarti il posto che meriti nel mercato.

Impara a disegnare l’avatar del cliente ideale per dargli quello che desidera

Analizza le strategie dei concorrenti

Scopri come trovare uno spazio solo tuo sul mercato

Siamo il team di marketing della tua impresa.
Il nostro obiettivo è il tuo successo.

Non scegliere un’agenzia di marketing ma affitta un intero team in outsourcing.

2018-08-31T12:58:58+00:00

Leave A Comment